Libri suggeriti da noi

Per richiedere la bibliografia completa chiamare il numero +39 351 85 93 912

Mariapia Veladiano - Adesso che sei qui

Con zia Camilla ci prendevamo tutto il tempo, ma nello stesso momento sapevo di dover sbrigarmi a darle quel che potevo e a prendere quel che lei poteva darmi. Niente di diverso da come dovrebbe essere la vita, che c'è, è preziosa, ma se ne va.

GIUSEPPE ALOE - Lettere alla moglie di Hagenbach

Ogni tanto penso alla dolcezza della vita. Alla sua mirabile forza che ci sottrae all'amarezza. Ci porta al riparo dai guai e ci consola.

FEDERICA DELACHI - Cercando Grazia. Una storia di donne che sanno come ritrovare se stesse

Sono anni che non mi riconosce. Credo. Però io le vado vicino, la bacio, le dico il mio nome...le dico sei MAMMA.

MILO - Ricordati di me

Fino a quando riuscirà ad illuminarsi con un sorriso, ad apprezzare il buon cibo, ad ascoltare con piacere la musica e ad abbracciare amorevolmente un gatto, c’è la speranza che ci sia ancora qualcosa in quella testa e che non tutto si sia perduto.

MARTA ZURA PUNTARONI - Noi non abbiamo colpa

Io la guardo e penso a quando non potrò più chiederle consiglio, quando sarò sola nelle  decisioni da prendere.

SERENELLA ANTONIAZZI - Un tempo piccolo

Il suo cervello è come una spiaggia battuta dalla marea. Tutto ciò che vi viene scritto, l'onda successiva lo cancella.

MICHELA MARZANO - Idda

L'amore resta, pure quando l'oblio ce la mette tutta per cancellarlo, l'amore non sparisce mai. E questo è più che sufficiente per dare coerenza a ciò che, di coerente, non sembra avere molto.

MARK BEYLE, Mara (La dialettica della speranza)

Il silenzio ha il volto delle cose perdute

RACHEL KHONG - Bye Bye Vitamine

So che il significato delle cose il più delle volte è invisibile.

MARIO FILOCCA - Peperoni alla piastra

Una malattia non è un castigo che ti meriti, una colpa di cui vergognarti; la malattia, come nascita e morte, è uno dei cambiamenti della vita.

FRANCESCO MUZZOPAPPA - Heidi

La malattia si è fatta avanti in silenzio: prima un nome scambiato…un orologio perso e poi…non è più riuscito ad orientarsi, perdendosi tra le pareti di casa….All’inizio immagini che la situazione possa migliorare e poi quando non riconosce più nemmeno te, capisci che la faccenda è grave e irreversibile...

MIRKO ZULLO - Nonnasballo

L'Alzheimer è quasi prevalentemente una sfortuna sporadica, che colpisce senza nessi genetici gran parte della popolazione, una sfortuna destinata a crescere sempre più, visto quanto invecchia il nostro Paese.

TINA VALLÈS - La memoria dell’albero

Il nonno è un albero, ho pensato. E ora è il salice piangente ferito dal fulmine.

GIUSEPPE ALESSIO NUZZO - Lettera a mia figlia

Mentre scrivevo pensavo e ripensavo alla vita che ci pone di fronte questi continui scambi di ruolo….dall’uomo che mette il bavaglino e lava sua figlia….. a vecchio costretto ad essere lavato dalla stessa figlia…

RITA ANGELINI - MAURO MASI - Io ci sono, Alzheimer senza paura

Con la speranza di alleggerire il dolore che la vita ha caricato sulle spalle di chi assiste con amore il proprio caro colpito da Alzheimer.

DIANE KEATON - Oggi come allora

Il dottore dice che ho l’Alzheimer, ma non ho intenzione di mandare giù questa cosa.. Non so proprio come potrò affrontarla…Non voglio cedere…Come faccio a dire alle mie amiche che ho l’Alzheimer?. Non posso.

Associazione Alzheimer Roma OdV

Via Monte Santo, 54 00195 Roma

Tel. 06/37500354 - Cell. +39 351 859 39 12 

Codice Fiscale 96366260584

whatsApp +393518593912