top of page

Sei in: Per saperne di più > Consigli in pillole > Consigli dell'igenista dentale


L’igienista dentale e le fragilità del paziente affetto da Alzheimer

I deficit cognitivi e le difficoltà a svolgere in maniera autonoma le attività di vita quotidiana sono i principali problemi che presentano le persone affette dalla malattia di Alzheimer e da altre forme di demenza. I pazienti necessitano di assistenza continua anche nelle attività più semplici.


I pazienti affetti da Alzheimer, in genere, dimenticano di lavare i denti e/o la dentiera e le modalità in cui farlo. Questo porta al non lavarli più, creando problematiche dentali e orali.

Fornire aiuto senza sostituirsi al paziente preservando, finché è collaborativo, le sue capacità residue: lavare i denti o la protesi insieme a lui, dividere le operazioni in fasi brevi e semplici ed eseguendo movimenti molto lenti.


Dott.ssa Antonella Lo Bianco

Dott.ssa Raluca A. Pletosu


Informazioni e consigli pratici

  • Spazzolare i denti 2-3 volte al giorno, utilizzando uno spazzolino con setole molto morbide;

  • Se il paziente è poco collaborativo, utilizzare una garza con del collutorio (non alcolico) o acqua per pulire le gengive e gli elementi dentali;

  • In alternativa alla garza è possibile utilizzare spazzolini da dito in gomma;

  • Spazzolare 2 volte al giorno la protesi, sciacquarla ed asciugarla, non lasciarla mai immersa in acqua o collutorio tutta la notte;

  • Utilizzare collutorio (Elmex protezione Carie o Parodontax protezione gengive) per svolgere piccoli sciacqui, in aggiunta, se possibile, utilizzare idropulsore;

  • Se il paziente è seguito da collaboratori, istruire e ricordare sempre dell'igiene orale della persona;

  • Nel caso in cui sono presenti afte orali o lesioni per le mucose, utilizzare gel appositi (Aftabrand curasept Gel o Spray);

  • L'utilizzo di collutori e/o gel contenenti clorexidina deve essere sporadico e solamente sotto indicazione del dentista o igienista dentale, è possibile usare per un lasso di tempo massimo di un mese un collutorio contenente Clorexidina al 0,12% (Curasept 0,12%);

  • Alcuni farmaci possono causare secchezza delle fauci e del cavo orale (Xerostomia) esistono in commercio Gel, Spray o collutori che vanno ad aiutare l'idratazione salivare (Ex. Hydral collutorio GUM);


Metodi di prevenzione

È fondamentale che l’assistito si sottoponga regolarmente alle visite di controllo, ciò ridurrà notevolmente i problemi dentali. È consigliato far effettuare controlli e sedute di igiene orale professionale ogni tre mesi, sempre in compagnia dei caregiver in modo da consigliare il miglior metodo di igiene orale domiciliare.

bottom of page